La ricetta velocissima e filante delle zeppole napoletane salate

/5
CONDIVIDI SU:

Presentazione

Chi dice che Carnevale è la festa dei dolci sfiziosi forse non sa che la creatività dei cuochi nostrani, spesso, si spinge oltre l’immaginazione rompendo i canoni delle tradizioni e creando abbinamenti dal sapore sublime; come nel caso delle zeppole napoletane. Conosciute anche come pasta cresciuta, questi bocconcini di impasto fritti sono la versione salata delle più famose zeppole di San Giuseppe e sono un’idea finger food originale da gustare come aperitivo o antipasto prima di una cena tra amici o, perché no, come appetizer per il pranzo di Carnevale.
Queste nuvole croccanti e pastose, che possono essere servite semplici o farcite con i cibi più disparati, sono tipiche della cultura gastronomica partenopea e nascono insieme alla figura del panzarottaro. La loro consistenza e l’impasto simile a quello dei panzarotti o delle pizze fritte ripiene le hanno rese, fin da subito, un piatto povero e diffusissimo tra le famiglie meno abbienti che, un tempo, compravano questi prodotti usando la formula “ogge a otte” ossia “la mangio oggi e la pago tra otto giorni”.
Oggi le zeppole salate si trovano dalla più piccola friggitoria della Campania al più grande ristorante della Lombardia, un piatto amatissimo e diffuso in tutto lo Stivale.

Zeppole salate con salame e formaggio filante

Così come le più celebri zeppole di carnevale, le zeppole salate sono facilissime da preparare; pronte in pochi minuti consentono di portare a tavola un piatto golosissimo dalla consistenza inconfondibile.
Con le zeppole salate con salame e formaggio il Carnevale si festeggia tutto l’anno!

Ingredienti

  • 200 g di ricotta
  • 80 g di farina 00
  • 2 uova
  • 1/2 bustina di lievito per torte salate
  • 100 ml di latte (oppure acqua)
  • 3 g sale
  • Pepe q.b. 
  • Prezzemolo fresco q.b. 
  • 70 g di salame
  • 70 g di provola
  • olio di arachide q.b.

Procedimento

In una ciotola abbastanza capiente unisci le uova, il latte e la ricotta, aggiungi il sale, un pizzico di pepe (a piacere) e del prezzemolo tritato e mescoliamo fino ad ottenere un composto liscio a cui andrai ad aggiungere il lievito in polvere e la farina precedentemente setacciati. Impasta delicatamente per evitare la formazione di grumi, quindi aggiungi la provola grattugiata e il salame tagliato finemente.
In una padella ampia scalda l’olio di arachide a fiamma bassa, fino a raggiungere la temperatura di 165°C, preleva una piccola quantità di impasto con l’aiuto di un cucchiaio e friggi fin quando non saranno gonfie e dorate su entrambe i lati.
Scola, lascia intiepidire e servi ancora filanti.

Chiudi