Focaccia ripiena: così croccante non l'hai mai mangiata

/5
CONDIVIDI SU:

Presentazione

Le merende italiane sono un tripudio di colori e sapori che raramente si trova in altri Paesi.
Le materie prime coltivate in Italia, il sapore delle verdure di stagione, la maestria nelle lavorazioni delle carni e dei lievitati sono solo parte del bagaglio gastronomico in grado di rendere anche un semplice spuntino il pasto più buono di tutti i tempi.
In quale parte del mondo i bambini e le persone di tutte le età hanno la possibilità di fare una pausa dal lavoro o dai giochi gustando una pizza croccante farcita con del prosciutto o della mortadella?
Del resto se la cucina italiana è famosa in tutto il mondo un motivo ci sarà, probabilmente lo stesso che fa convergere aspiranti Chef nelle nostre scuole di cucina per imparare i segreti dei cuochi del Bel Paese.
Ma i segreti, si sa, si tramandano nel tempo. Come quello della pizza bianca che nasce per puro caso nell’Urbe più di duemila anni fa, quando i fornai dell’Antica Roma poggiavano un pezzo di impasto del pane schiacciato all’interno del forno, per controllare la temperatura.

La pizza croccante farcita, la merenda italiana per eccellenza

La pizza bianca farcita è quanto di più buono e comune si possa trovare in giro per città come Roma.
La sua superficie croccante, coperta qua e là col sale grosso, e la sua farcia morbida e saporita la rendono un vero patrimonio culturale.
Scopriamo come riprodurre a casa questo capolavoro della panificazione con una ricetta veloce e facilissima.

Ingredienti

  • 450g farina 0/00
  • 50g farina di semola
  • 375g acqua
  • 3g lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di miele
  • 3 cucchiaini di sale
  • 2 cucchiai di olio EVO
  • Olio + acqua q.b

Procedimento

Uniamo in un contenitore il lievito e il miele e lasciamo sciogliere in poca acqua tiepida.
Aggiungiamo l’olio, la farina, la farina di semola e 3 cucchiaini di sale e mescoliamo con un cucchiaio, per circa 2 minuti, fino ad ottenere un composto grezzo e appiccicoso che lasceremo lievitare per 5 ore a temperatura ambiente, coperto da pellicola.
Trascorso il tempo, trasferiamo l’impasto su un piano infarinato con della farina di semola e lo richiudiamo su se stesso, portando tutti i lembi verso il centro.
Giriamo, quindi, l’impasto e creiamo una pagnotta che lasceremo lievitare per altre 3 ore.
Alla fine del secondo step di lievitazione, stendiamo l’impasto all’interno di una teglia oliata o foderata con la carta forno con il solo aiuto delle mani, spennelliamo con olio EVO e lasciamo lievitare per un’ultima ora.
Inforniamo in forno preriscaldato a 250°C per 10 minuti nel ripiano più basso, infine per altri 7 minuti nel ripiano medio/alto.
Sforniamo e serviamo ancora calda, ma non prima di aver spennellato la focaccia con un’emulsione di acqua e olio ed averla farcita con gli ingredienti che più ci piacciono!

Chiudi